GiocatoriJuventus

Il vivace Milan ha avuto delle chance contro la Juventus

milan juve 0-1

Il Milan è stato tenuto a bada da Wojciech Szczesny con un 77 ° minuto Paulo Dybala che fa la differenza a tempo pieno.
Stefano Pioli ha portato la sua squadra a rompere la loro serie senza vittorie di 8 anni allo Juventus Stadium. Nonostante abbia messo a segno le migliori prestazioni della stagione, l’AC Milan non è riuscito a superare la linea.

Sarebbe sempre stato un compito difficile per la squadra milanese vista la sua scarsa forma sulla strada. Prima del viaggio, i rossoneri hanno accumulato tre sconfitte da cinque partite in trasferta e solo cinque gol da segnare.

Krzysztof Piatek, Theo Hernandez, Hakan Calhanoglu e Lucas Paqueta, tutti turbarono Szczesny ma non riuscirono a porre fine alla corsa rossonera di nove sconfitte consecutive in Serie A contro i giganti torinesi.

L’intestazione libera di Piatek non è riuscita a testare Szczesny. Mentre il colpo di testa di Lucas Paqueta richiedeva un salvataggio dalla punta del portiere polacco.

Theo Hernandez ha tentato la fortuna da lunga distanza. L’ex difensore del Real Madrid ha lanciato un fulmine sull’obiettivo della Juventus ma è stato tenuto a bada.

Piatek ha messo alla prova il suo connazionale con un pungente sinistro al palo vicino ma senza risultato.
Tuttavia, è stato Calhanoglu a essere una spina costante per la difesa della Juventus dai calci piazzati.

Mentre il Milan soffiava e sbuffava, era un goal di Paulo Dybala a garantire i tre punti per la Juventus. Il Milan è stato costretto a mancare le occasioni da Dybala, che ha ricambiato Cristiano Ronaldo al 55 ° minuto. Dybala combinato con Gonzalo Higuain e il collega sostituto, Douglas Costa, per battere Gianluigi Donnarumma.

Nonostante la perdita, Pioli è rimasto soddisfatto delle prestazioni dei suoi giocatori. Il 54enne si è lamentato dell’incapacità del Milan di segnare in quanto ha portato alla sua seconda sconfitta consecutiva in campionato.

“Abbiamo messo in scena la prestazione, almeno alla pari con i nostri avversari, se non di più. Ma se non trasformi queste possibilità in obiettivi, pagherai “, ha sottolineato l’allenatore.

“Dobbiamo continuare a lavorare e migliorare. La nostra posizione attuale non è degna di Milano e questo deve tenerci preoccupati e concentrati in ogni momento. “

“Sfortunatamente, è la stessa cosa che ho detto domenica scorsa dopo la Lazio, che è che abbiamo avuto l’opportunità. Non credo che molti abbiano segnato 15 tiri in porta come abbiamo fatto allo Juventus Stadium. Ma dobbiamo convertirne di più ”, ha lamentato l’ex difensore.

L’incapacità del Milan di colpire la rete è motivo di preoccupazione. I rossoneri stanno languendo 14 ° in Serie A, segnando un misero 11 gol nelle loro 12 partite.