Storia Stagioni

Juventus. La stagione 2014-15

La stagione 2014-15 è stata la 117esima presenza della Juventus Football Club e l’ottava stagione consecutiva nella massima serie del calcio italiano. E ‘stato il quarto titolo consecutivo in Serie A del club, con 17 punti di vantaggio sul secondo posto della Roma, che ha raggiunto anche il doppio con la sconfitta per 3-1 contro il Barcellona nella finale di Champions League. Dopo tre titoli nazionali vinti in fila, Juventus e Antonio Conte vanno su strade diverse: il manager lascia Torino, per diventare l’allenatore della squadra nazionale italiana. Il suo posto è preso da Massimiliano Allegri che, nel 2011, ha vinto lo scudetto alla guida del Milan. I nuovi uomini selezionati per la stagione 2014-15 sono stati Patrice Evra, Kingsley Coman e Álvaro Morata. Carlos Tevez era parte integrante della squadra come capocannoniere del club. La Juventus ha perso l’occasione di vincere il primo trofeo stagionale con una perdita al Napoli nella Supercoppa Italiana 2014 ai rigori dopo un pareggio per 2-2.

Durante la seconda parte della stagione, la Juventus mantiene il comando della Serie A raggiungendo – allo stesso tempo – il passo finale in entrambe le coppe, nazionale e continentale. Il 26 aprile 2015, la Juventus è stata battuta 2-1 dal Torino: la Granata vince il Derby della Mole per la prima volta in 20 anni, avendo ottenuto il successo precedente il 9 aprile 1995. Sei giorni dopo, sconfiggendo la Sampdoria, i bianconeri conquistano il titolo di campionato (quarto consecutivo e 31 ° assoluto) con quattro partite ancora da giocare. Allegri conquista anche la Coppa Italia con una vittoria per 2-1 sulla Lazio: la decima vittoria per il club di Torino in questa competizione; un nuovo record interno. La Juventus ha chiuso il campionato con 17 punti in più della Roma seconda, ma si è piazzata solo al secondo posto in Europa, perdendo 3-1 contro il Barcellona nella finale della UEFA Champions League 2015. Il primo tempo si è concluso con un gol iniziale di Ivan Rakitić per dare il vantaggio alla squadra spagnola, ma la Juventus è riuscita a pareggiare dopo 10 minuti della ripresa con un gol di Morata. Il Barcellona ha poi segnato altri due gol con Luis Suarez e poi con gol di Neymar nel recupero. Controverso un presunto calcio di rigore su Paul Pogba non fischiato dall’arbitro nel secondo tempo della partita quando le due squadre erano ancora sul risultato di 1 a 1.

La stagione di esordio di Massimiliano Allegri non è stata a digiuno di polemiche in quanto gli ultras bianconeri non hanno apprezzato l’addio di Antonio Conte e non hanno mai perdonato ad Allegri il suo passato al Milan. Allegri ha comunque saputo conquistare la piazza con i risultati e le vittorie sul campo e la Juve ha iniziato la stagione così come l’aveva finita con Conte continuando a dominare la Serie A. La coppia Morata-Tevez in particolare si è messa in evidenza soprattutto in Europa dove ha realizzato diversi gol decisivi che hanno portato la Juve in una storica cavalcata verso la finale.