GiocatoriJuventusNews

Pirlo scatena l’ira sui suoi giocatori

tirate d'orecchie per qualche juventino

Il boss della Juventus Andrea Pirlo è diventato frustrato con Arthur Melo e Paulo Dybala a seguito della deludente esibizione del duo contro il Ferencvaros.

La Juventus è sopravvissuta a una spaventosa notte di Champions League all’Allianz Stadium quando il colpo di testa di Alvaro Morata nel tempo di recupero ha segnato i tre punti contro il Ferencvaros.

I detentori della Serie A in carica sono stati completamente fuori di testa contro gli ospiti ungheresi martedì sera. Gli uomini di Andrea Pirlo, infatti, sono dovuti rientrare in rimonta per battere in casa i debuttanti della competizione.

Tuttavia, un trionfo combattuto ha spinto i pesi massimi del Torino agli ottavi con due partite d’anticipo. Tuttavia, Pirlo era apparentemente insoddisfatto di ciò a cui aveva assistito durante i 90 minuti.

Il tecnico italiano non solo ha rifiutato di nascondere la sua frustrazione, ma ha individuato due nomi su cui ha scatenato la sua ira.

Arthur Melo, arrivato alla Juve per 75 milioni di sterline dal Barcellona in estate, è stato il primo giocatore a cui Pirlo ha preso una decisione nella conferenza post partita.

“[Arthur] è diventato un po ‘stupido oggi a tenere la palla e cercare di trovare palle filtranti più dirette quando avrebbe dovuto allargarlo e cercare di diffondere la difesa del Ferencvaros”, ha detto, come riferito dal Daily Mail .

“Avrebbe dovuto aprire di più il gioco per creare situazioni uno contro uno. Se la palla si muoveva troppo lentamente, consentiva loro di tornare in posizione “.

È stata la quarta partenza consecutiva del brasiliano in tutte le competizioni dopo un inizio di stagione lento.

Il prossimo a sentire la rabbia di Pirlo è stato Paulo Dybala, che ha registrato solo il suo quarto inizio competitivo in questo periodo.

“Dybala non ha fatto così bene, ma come ho detto, è stato ferito e ha dovuto prendere antibiotici per settimane, quindi è naturale che abbia bisogno di tempo per rimettersi in forma”, ha continuato.

“Ha bisogno di andare oltre i suoi limiti in allenamento per ritrovare la sua forma.”

Pirlo si apre sulla reazione di Dybala all’affronto del Crotone

Andrea Pirlo ha parlato di Paulo Dybala e della sua reazione ‘arrabbiata’ per essere stato messo in panchina nell’1-1 della Juventus a Crotone.
Dybala, che deve ancora giocare per la Juventus in questa stagione, è stato lasciato ad accontentarsi di un posto in panchina nell’1-1 di sabato scorso in casa del Crotone .

Il rifiuto di Pirlo di iniziare, o di giocarlo, ha lasciato l’argentino frustrato alla fine della partita. I rapporti affermano che in seguito ha affrontato il capo ufficiale di calcio del club Fabio Paratici sulla questione.

Anche se Pirlo, a conoscenza dell’infortunio muscolare di Dybala di recente in servizio in nazionale, ha deciso che la cosa migliore da fare era dargli un po ‘di tempo di gioco verso la fine. Tuttavia, il licenziamento di Federico Chiesa ha cambiato i suoi piani.

“Ho parlato con lui [Dybala] ieri come faccio con tutti gli altri”, ha detto lunedì il tecnico della Juve in conferenza stampa .

“Era un po ‘arrabbiato per non aver giocato a Crotone ma dobbiamo ricordare che non gioca da tre mesi.

“Ha passato 10 giorni nella sua stanza in Argentina a prendere medicine perché non poteva allenarsi.

“L’ho portato a Crotone per fargli fare qualche minuto ma purtroppo eravamo in 10 e non ho potuto aggiungerlo. È disponibile e vedremo cosa fare “.
.

Pirlo svela i consigli che ha dato a Ronaldo, il “vero campione”

La superstar bianconera ha fornito ancora una volta la merce per condurre la sua squadra alla vittoria, e Pirlo non potrebbe essere più impressionato.
Andrea Pirlo ha etichettato Cristiano Ronaldo come un “vero campione” e un “esempio per tutti”. Il boss della Juventus ha solo un piccolo consiglio per il suo fuoriclasse: andare avanti.

Ronaldo ha portato il suo bottino per la stagione fino a otto gol in sole cinque partite di Serie A segnando una doppietta nella vittoria per 2-0 di sabato contro il Cagliari .

L’attaccante è stato brillante per tutta la partita. Ha stabilito tre possibilità per i suoi compagni di squadra di segnare, ha fatto due recuperi e ha vinto cinque duelli.

“È un grande professionista, come già sapevamo”, ha detto Pirlo a DAZN .

“È un vero campione e dà l’esempio a tutti quelli che lo circondano, sia in partita che in allenamento.

“L’unico consiglio che posso dargli è di continuare allo stesso modo.”

È stata un’esibizione dominante a tutto tondo per la Juventus e non avrebbe potuto essere più gradita dopo aver vinto solo una delle quattro precedenti partite di campionato.

A Federico Bernardeschi è stato addirittura escluso un gol per fuorigioco, ma la doppietta di Ronaldo è stata più che sufficiente alla fine. Porta la squadra di Pirlo al secondo posto in classifica almeno per il momento.