HomeCalcioUEFA al contrattacco: Ceferin rivela il fronte opposto alla Superlega

UEFA al contrattacco: Ceferin rivela il fronte opposto alla Superlega

In un contesto calcistico costantemente vibrante di polemiche e dibattiti, la figura di Aleksander Ceferin, presidente della UEFA, emerge come un abile difensore delle tradizioni sportive e un critico implacabile di progetti rivoluzionari come la Superlega. Durante un’intervista concessa al quotidiano La Repubblica, Ceferin ha avuto modo di esprimere, con la passione che lo contraddistingue, il suo punto di vista in merito alla controversa questione.

Ceferin ha immediatamente scartato l’idea che la sentenza della Corte di giustizia europea potesse rappresentare una battuta d’arresto per l’istituzione che presiede. Con fermezza, ha sottolineato come il responso giudiziario, spesso presentato in maniera distorta dai media, non rappresenti affatto una vittoria per i sostenitori della Superlega. “La Superlega è contro ogni logica del calcio”, ha dichiarato con convinzione, fiducioso del fatto che senza un ampio consenso essa non vedrà mai la luce.

Per quanto riguarda il supporto dei club europei, Ceferin ha argomentato con dati concreti che mostrano un netto rifiuto dell’iniziativa da parte delle maggiori società calcistiche: tutte le squadre tedesche, inglesi e francesi, così come la grandissima maggioranza di quelle spagnole e italiane, si sono espresse in maniera categorica contro la Superlega.

Ceferin è tornato sul discorso Superlega

Il presidente della UEFA si è detto fiducioso, senza temere che club del calibro di Real Madrid e Barcellona possano attrarre altri seguaci in questa impresa, ritenendola impraticabile senza il sostegno di tutte le principali forze del calcio europeo.

Volgendo lo sguardo al panorama italiano, Ceferin ha elogiato l’impegno del calcio nostrano nel combattere l’idea della Superlega. Con sorpresa di molti, ha rivelato che, contrariamente a quanto si potrebbe supporre, la Juventus non è tra i club che hanno mancato di appoggiare la UEFA in questa battaglia. Solo due società in Serie A non si sono schierate al fianco dell’ente calcistico europeo, e i dirigenti del calcio italiano sono stati lodati per il loro impegno e i risultati ottenuti.

L’approccio di Ceferin in quest’intervista è stato quello di un vero esperto che conosce il mondo del calcio nelle sue dinamiche più profonde. La sua capacità di comunicare con un tono semplice e diretto, ma estremamente coinvolgente, trasmette la passione per uno sport che rappresenta molto più di un semplice gioco. In una conversazione aperta e onesta, Ceferin si è posizionato come un campione del calcio tradizionale, pronto a difendere i valori che hanno reso questo sport amato e seguito in tutto il mondo.

Lucio Manardi
Lucio Manardi
Classe ’76, grande giocatore poi convertito in commentatore. Adoro il calcio da quando sono nato e scriverne tutti i giorni mi rende felice. Le grandi storie sono tali solo se c’è qualcuno in grado di raccontarle!
ARTICOLI CORRELATI

I più popolari