HomeCalciomercatoCiro Immobile, tra record e malumori: il capitano della Lazio valuta l'addio

Ciro Immobile, tra record e malumori: il capitano della Lazio valuta l’addio

Le voci si rincorrono e il vento del cambiamento soffia forte sui tetti di Roma. Ciro Immobile, il bomber che ha scritto pagine indimenticabili della storia laziale, pare sia giunto a un bivio decisivo nella sua carriera: l’addio alla Lazio. Dopo otto anni di fedeltà e 206 reti che lo hanno incoronato come una leggenda vivente tra i tifosi biancocelesti, lo scenario del suo addio a fine stagione sembra non solo possibile, ma sempre più concreto.

La notizia che ha fatto tremare i cuori dei supporter della Lazio è un contatto tra l’entourage di Immobile e i vertici dell’Inter, avvenuto nella vibrante cornice di Madrid. Un fulmine che ha squarciato il cielo sereno della Capitale, dove però già si respirava aria di cambiamento. La dirigenza, infatti, con un occhio lungimirante, stava già considerando un futuro senza il capitano che ha inciso profondamente nella loro storia recente.

Ma cosa spinge Ciro Immobile verso nuovi orizzonti? Le ragioni sono molteplici e si intrecciano in una trama degna di un thriller calcistico. Le aspettative elevate per questa stagione non sono state pienamente soddisfatte, e le critiche non sono mancate. Un rendimento al di sotto delle speranze ha generato tensioni palpabili, e le voci di un rapporto incrinato con il mister Sarri hanno raggiunto l’apice con il recente e spiacevole episodio di aggressione verbale che ha visto protagonista l’attaccante.

Immobile e Lazio: l’addio è alle porte

Tuttavia, Immobile è ancora legato ai colori biancocelesti da un contratto valido fino al 2026, che gli garantisce un ingaggio netto di 4,5 milioni di euro a stagione più bonus, per un totale che supera i cinque milioni. Una cifra non da poco, che pone un’interrogazione aperta sulle prossime mosse dell’attaccante. Claudio Lotito, il presidente della Lazio, non è uomo da lasciar partire a cuor leggero i suoi gioielli: il cartellino di Immobile è stato valutato, come riporta il Corriere dello Sport, intorno ai 30 milioni di euro.

L’Inter, dal canto suo, pur avendo un allenatore, Simone Inzaghi, che non disdegnerebbe un riavvicinamento con il suo ex pupillo, al momento tiene la porta chiusa. I nerazzurri, infatti, sembrano non intenzionati a spendere cifre onerose per un calciatore che nell’estate 2023 toccherà i 34 anni.

Siamo, quindi, davanti a un enigma calcistico: riuscirà Immobile a trovare una nuova casa che apprezzi le sue qualità nonostante l’età avanzata? O Lotito riuscirà a trattenere la sua stella a Roma, nonostante le turbolenze e un ambiente che sembra chiedere a gran voce una svolta? Le prossime settimane saranno decisamente cruciali in questa intricata vicenda che tiene con il fiato sospeso i tifosi e gli appassionati di calcio. Immobile e la Lazio, un binomio che sembra approssimarsi a un crocevia fondamentale. Ogni mossa sarà sotto i riflettori, mentre il calciomercato si prepara a scrivere l’ennesimo capitolo di una saga indimenticabile.

Gianluigi Ottoni
Gianluigi Ottoni
Mi chiamo Gianluigi e da più di vent’anni sono un giornalista sportivo. Sono orgogliosamente padre di due figli, Michele e Luca, giovani calciatori. Mi occupo principalmente di cronaca calcistica, ma seguo con piacere anche altre discipline.
ARTICOLI CORRELATI

I più popolari