Giocatori

Moreno Torricelli

Moreno Torricelli (nato il 23 gennaio 1970) è un allenatore di calcio italiano ed ex difensore, che di solito giocava come terzino sul fianco destro. Torricelli ha giocato per diversi club italiani nel corso della sua carriera, ma ha ottenuto risalto durante il suo periodo di successo con la Juventus, con il quale ha vinto diversi titoli; ha anche avuto un incantesimo in Spagna con Espanyol. A livello internazionale, ha anche rappresentato la nazionale italiana, prendendo parte a UEFA Euro 1996 e alla Coppa del Mondo FIFA 1998.

LA CARRIERA

Torricelli, nato a Erba, in provincia di Como, era uno dei 3 bambini, con un fratello gemello, Paulo, e una sorella, Ariann. Ha iniziato a giocare a calcio quando aveva circa 8 anni nella città in cui viveva, a Verano Brianza, in provincia di Milano. All’età di 13 anni, il Como Calcio gli ha chiesto di partecipare a un campionato regionale giovanile (Allievi Regionali) con loro ma alla fine del prestito ha dovuto tornare alla sua ex squadra amatoriale Folgore degli Stati Uniti di Verano Brianza.

Anche negli Stati Uniti Folgore ha giocato nella squadra principale, fino a 18 anni, prima di trasferirsi in A.S. Oggiono, recentemente promosso nella massima serie regionale “Promozione” alla fine della stagione 1987-88. In “Promozione” Moreno ha giocato 49 partite in due stagioni.

Entrando a far parte degli Stati Uniti Caratese di A.S. Oggiono nel 1990 gli fu concesso un lavoro in una fabbrica e giocò a calcio a tempo parziale perché gli Stati Uniti Caratese erano una squadra di alto livello che partecipava alla massima lega amatoriale nazionale “Interregionale”.

Nel luglio del 1992, la Caratese ha giocato contro i giganti della Serie A della Juventus in un’amichevole pre-campionato. La prestazione di Torricelli in questa partita ha impressionato l’allora allenatore della Juventus Giovanni Trapattoni, tanto che è stato acquistato dalla parte torinese per 50 milioni di lire poco dopo. A causa del suo passato da falegname, il suo compagno di squadra della Juventus, Roberto Baggio, ha regalato a Torricelli il soprannome di Geppetto ai tempi del club.

Torricelli ha esordito in Serie A il 13 settembre 1992 nella vittoria per 4-1 della Juventus contro l’Atalanta. È diventato subito un debuttante permanente nella sua prima stagione e ha giocato nella squadra vincitrice della Coppa UEFA che ha battuto il Borussia Dortmund nel 1993. Un giocatore con molto coraggio e determinazione, nonostante la sua scarsa abilità, è stato in grado di prominente in uno dei migliori back-line in Europa, ed era in grado di comandare tutti i ruoli nella difesa della Juventus, anche se la sua posizione preferita era nel terzino destro. Durante la sua permanenza alla Juventus, il club torinese era una delle migliori squadre del mondo e, oltre alla Coppa UEFA, ha vinto tre titoli di serie A, due Supercoppe italiane, una Coppa Italia, una UEFA Champions League, una UEFA Supercoppa e Coppa Intercontinentale, oltre a raggiungere tre finali consecutive di Champions League tra il 1996 e il 1998 e un’altra finale di Coppa UEFA nel 1995.

Nel 1998, Torricelli lasciò la Juventus per unirsi alla Fiorentina, dove si unì al suo ex allenatore della Juventus, Trapattoni. Ha giocato a Firenze per altre quattro stagioni, aiutando la squadra a vincere la Coppa Italia 2000-01. Si è trasferito nell’RCD Espanyol in Spagna nel gennaio 2003, dopo che la Fiorentina, con la sua retrocessione e le difficoltà finanziarie, ha portato alla liberazione di quasi tutti i suoi giocatori. Si è ritirato nel 2005 dopo una stagione finale con A.C. Arezzo.


A livello internazionale, Torricelli ha vinto 10 presenze per la nazionale italiana di calcio tra il 1996 e il 1998. Era un membro della squadra italiana a Euro 96 sotto Arrigo Sacchi, dove l’Italia ha subito una sorprendente eliminazione nella fase a gironi. Sotto la guida di Cesare Maldini, è stato anche membro della squadra italiana ai Mondiali del 1998, dove l’Italia è stata eliminata ai calci di rigore dai padroni di casa e dall’eventuale Champions France nei quarti di finale, ma non ha disputato il torneo.

VITA PRIVATA E DA ALLENATORE

Nel febbraio 2009, Torricelli ha assunto il suo primo ruolo di manager nel mondo del calcio dopo essere stato nominato capo allenatore della Lega Pro Prima Divisione toscana Pistoiese. Ha preso la squadra in fondo alla classifica, riuscendo a guidarlo fino al 16 ° posto, essendo comunque sconfitto da Foligno nei playoff retrocessione.

Il 23 giugno 2009 è stato annunciato come nuovo capo allenatore di Figline per la campagna Lega Pro Prima Divisione 2009-10, la prima del terzo livello italiano per il club toscano. Ha lasciato il club alla fine della stagione. Nell’estate del 2014 è stato assunto da Pont-Donnas / Hône-Arnad ad Aosta come allenatore giovanile. Torricelli era sposata con Barbara, che morì di leucemia il 27 ottobre 2010. Insieme avevano tre figli, Arianna, Alessio e Aurora